candle tarts ricetta

 

Le candle tart fai da te sono delle formine profumate da mettere nel brucia essenze al posto del solito mix di acqua e fragranze.

Sono venuta a conoscenza della versione casalinga delle tart grazie al sito Natural NutriCosmetics di Sara, la bravissima vincitrice dell'iniziativa che ho indetto a Natale.
La ricetta è molto semplice ma dà carta bianca alla creatività sia per quanto riguarda la forma che la profumazione: come potete immaginare non potevo che esserne attratta!

Per prepararle vi basterà sciogliere della cera di soia, aggiungere oli essenziali o fragranze e versare il tutto negli stampini in silicone per cioccolatini. Potete anche inserire un pizzico di mica per colorare.


La cera di soia è particolarmente adatta a questo tipo di prodotto perché fonde a 50 gradi e ha un profumo neutro.
Per quanto riguarda gli oli essenziali, vi consiglio di consultare la tabella delle note olfattive per orientarvi nell'abbinamento o di prendere spunto dai mix delle mie ricette. In ogni caso troverete presto sul sito tante ricette collaudate di candle tart fai da te semplici e creative con profumazioni di ogni tipo.

Una volta nel brucia essenze, le candle tart cominceranno a fondere scaldate dalla fiamma della candela sottostante. Potete riutilizzarle una o due volte, ma tenete conto del fatto che la profumazione tenderà a svanire facilmente. Gli oli essenziali, infatti, sono molto sensibili e volatizzano con il calore. Cambiatele quando notate che non profumano più.

In fondo alla pagina trovate alcune informazioni su come fare a pulire i brucia essenze dai residui di cera senza fatica.

tavolette fondenti bruciaessenze
Un’idea divertente è quella di creare delle candle tart di piccole dimensioni riempiendo per metà (o meno) gli stampi per cioccolatini o usando dei mini stampi per formine in pasta di zucchero. Se profumate ciascuna formina con un olio essenziale differente, potete abbinarli al momento ottenendo ogni volta una profumazione diversa. Anche in questo caso vi consiglio di tenere a mente la tabella degli abbinamenti delle profumazioni.
Se volete invece usare degli oli essenziali con proprietà aromaterapiche particolari consultate questa guida.

 

Ricetta base delle candle tart fai da te per brucia essenze


Ingredienti per una tart

  • 5 g di cera di soia
  • Dalle 10 alle 15 gocce di olio essenziale o fragranza
  • 1 pizzico di mica colorata (facoltativa – io uso un misurino drop o smidgen)

 

Procedimento

  • Fate fondere la cera di soia a bagnomaria, aggiungete la mica e mescolate per bene.

  • Versate il tutto in uno stampino per cioccolatini o dei mini pirottini in silicone.

  • Aspettate che si intiepidisca per un paio di minuti in modo da evitare che parte degli oli essenziali evapori e si rovini (la cera deve comunque risultare ancora fluida) e versate gli oli essenziali o la fragranza scelta.

  • Fate rassodare 1 o 2 ore (dipende dalla temperatura ambiente) e sformate delicatamente.

  • Le vostre candle tart sono pronte!


Se preparate più tart moltiplicate gli ingredienti per il numero di formine da preparare. Se per esempio volete ottenere 4 unità dovete utilizzare 20 g di cera di soia, 40-60 gocce in tutto di fragranza o di oli essenziali e 4 misurini drop o smidgen di mica colorata.
Nel caso in cui vogliate preparare delle tart completamente diverse allo stesso tempo, fate fondere la cera di soia e versatela negli stampini dove avrete precedentemente messo la mica colorata.
Mescolate per bene con un mini cucchiaino in modo da amalgamare la cera alla mica, fate intiepidire e versate la profumazione direttamente negli stampini. Date poi una mescolata finale e fate rassodare.


candle tarts diy

Note, esperimenti e informazioni utili 

  • Evitate di usare oleoresine e simili: i miei esperimenti di candle tart contenenti l’oleoresina di benzoino non hanno avuto successo. Una volta nel brucia essenze il benzoino tende a bruciare emanando un odore sgradevole.

  • Se usate delle fragranze assicuratevi che vadano bene per candele e simili. Nella scheda prodotto delle fragranze naturali di Aroma Zone è solitamente indicato.

  • Anche se a prima vista può sembrare il contrario, eliminare i residui di cera è semplicissimo. Per farlo mettete il brucia essenze capovolto in freezer per un’oretta: la tart verrà via da sola (si formeranno delle crepe sui lati, segno che la cera si sta staccando) e se questo non accade vi basterà esercitare un poco di pressione per staccare il tutto.

    candle tarts fatte in casa bruciaessenze
  • Una candle tart realizzata con uno stampo da cioccolatini richiede circa 5 g di cera di soia. Vi sconsiglio di usare quantitativi maggiori perché potrebbero essere troppi per un bruciaessenze di piccole dimensioni. Inoltre, gli oli essenziali si rovinano con il calore e una tart può essere usata in media una o due volte prima di perdere la profumazione, per cui sprechereste ingredienti per nulla. Per risparmiare potete piuttosto preparare tart più piccole, da circa 3 g l’una, o dividere le tart da 5 g in 2 o 3 parti.

  • Potete eventualmente riciclare i resti di cera non più profumati rifondendoli e aggiungendo di nuovo gli oli essenziali o la fragranza.

  • Oltre alle miche, per colorare potete usare anche oli particolarmente colorati o spezie. Fate comunque delle prove prima di produrli in grandi quantità per assicurarvi che gli ingredienti usati non emanino un cattivo odore con il calore.

  • Ho provato a mettere le candle tart in un porta lumini posto sul calorifero per vedere se è possibile sfruttarlo evitando di dover accendere la candela. Purtroppo questo metodo si è rivelato inefficace perché senza il calore della fiamma la profumazione non viene sprigionata a dovere e risulta quasi impercettibile. In ambienti molti piccoli, come il bagno, si sente un po’ di più sebbene non ne valga la pena. Il brucia essenze resta il metodo migliore in questo caso.

  • Volendo potete far sciogliere la cera di soia al microonde. Normalmente preferisco il bagnomaria e non ho una gran simpatia per il microonde, ma se siete di fretta potete far fondere la cera in circa 3 minuti e mezzo.

 

 

Seguimi su Facebook

Cosmetica Naturale

Login