Dal momento in cui marzo è il mese della festa delle donne ho aggiornato la tabella delle note olfattive con la mimosa: correte a scoprire di che tipo di nota si tratta, le sue caratteristiche e i suoi abbinamenti.

mimosa cera assoluta
La mimosa è usata sia in profumeria che cosmetica e potete acquistarla sottoforma di assoluta o cera. La prima, particolarmente adatta ai profumi liquidi, è disponibile su AromaZone (10,90 euro per 5 g). Nonostante l'assoluta sia da diluire e duri quindi parecchio, la spesa iniziale è un po' alta.
La cera di mimosa non può essere impiegata nei profumi liquidi, ma ha un prezzo basso (2,40 euro per 10 g su Mineraliberi, 2,50 euro per 10 g su AromaZone) e contiene fitosteroli, il che la rende molto interessante per la sua funzione rigenerante. Può essere inserita nei profumi solidi e in vari tipi di cosmetici fai da te: unguenti, creme e stick labbra.
A differenza delle altre cere floreali, che sono abbastanza "morbide", ha una temperatura di fusione attorno ai 65 gradi e può sostituire quindi tranquillamente la cera d'api.

Seguimi su Facebook