Settembre è arrivato dopo un'estate un po' strana, quella dello sfortunato 2020, che ci ha fatto vivere in una realtà molto diversa da quella alla quale eravamo abituati. Qui in Spagna la chiamano "nuova normalità", ma spero che non sia arrivata per restare e che tutto torni presto come prima, anche se non sarà facile e ci vorrà sicuramente del tempo.

spignatto ecobio negozi materie prime


Ciò non toglie che settembre resti il mese dei nuovi inizi
, dei buoni propositi e della voglia di fare.

Mentre sto scrivendo queste righe mi sto godendo gli ultimi momenti di sole delle mie vacanze in Andalusia e, nonostante sappia che mi mancheranno queste giornate, non vedo l'ora di ricominciare con lo spignatto e il blog.

In estate tendo a non fare acquisti di materie prime per evitare che si rovinino con il calore. Con l'avvicinarsi dell'autunno arriva il momento di revisionare l'armadietto dello spignatto per prendere nota di cosa manca e fare un po’ di shopping. Io amo dividere gli ingredienti per tipo (oli, cere, emulsionanti, pigmenti, attivi liposolubili, attivi idrosolubili...), il che rende sicuramente più facile il tutto.

comprare ingredienti spignatto

 

Per evitare sprechi (niente è più frustrante di dover buttare una materia prima scaduta, soprattutto se pregiata e costosa) dovremmo prenderci qualche minuto per pensare a quello che spignatteremo realisticamente nei prossimi 2-3 mesi.

Di quali cosmetici abbiamo realmente bisogno? È veramente necessario preparare un nuovo balsamo labbra se abbiamo nel cassetto un vasetto intero ancora da aprire? Avremo tempo di preparare tutte le ricette che abbiamo in mente e soprattutto quelle due o tre che contengono quell’attivo che non abbiamo ancora e che forse ci piacerebbe provare?
Perché comprare delle nuove fragranze se ne abbiamo alcune che sono ancora mezze piene e vicine alla scadenza?

Rispondendo a queste e altre domande ci renderemo conto delle materie prime delle quali abbiamo veramente bisogno e, soprattutto, che useremo davvero nelle prossime settimane.

 

comprare ingredienti cosmetici fai da te


Fare il punto della situazione e redigere la lista degli ingredienti delle ricette che abbiamo intenzione di riprodurre ci aiuterà a individuare le materie prime e le quantità che ci servono realmente.

In questo modo molto probabilmente scopriremo che quei 10 ml di olio di melograno che ci sono rimasti potrebbero essere più che sufficienti se abbiamo intenzione di utilizzarli solo in una crema per il viso, dove il più delle volte non servono più di 1 o 2 ml per tipo di olio. In questo caso, comprare una nuova confezione da 100 ml solo perché stiamo finendo le scorte sarebbe uno spreco e molto probabilmente non riusciremo ad utilizzarla tutta prima della scadenza.

 

ingredienti cosmetici fai da te

Alcune materie prime, come l’olio di mandorle, irrancidiscono rapidamente ed è meglio comprarle nella giusta quantità solo quando servono davvero, a meno che non ne facciate un grande uso.

Inoltre, non ha senso comprare già a settembre gli ingredienti per gli spignatti di Natale: meglio farlo a fine novembre per poter preparare poi cosmetici con ingredienti più freschi.

I cosmetici fai da te non hanno una vita molto lunga. Dopo 1-3 mesi l’odore tende a virare e i conservanti usati cominciano ad essere meno efficaci: evitate di spignattare scorte per un anno e preparate solo la quantità che userete entro 3 mesi.

 

ingredienti spignatto materie prime
Comprare grandi quantità di materie prime non è sempre una buona idea: il prezzo al grammo scende, ma se siamo poi costretti a buttarne via più della metà i conti non tornano.
Prima di comprare una “confezione famiglia” pensate quindi se si tratta di un ingrediente durevole e tenete conto della quantità che siete soliti utilizzare.
Io per esempio faccio sempre grandi scorte di olio di riso perché lo utilizzo quotidianamente come struccante e negli oli detergenti per il corpo, ma evito di acquistare grandi quantità di altri tipo di oli che irrancidiscono facilmente o che sono solita inserire in piccole quantità nelle mie formulazioni.

Gli ingredienti che si inseriscono con molta frequenza negli spignatti, come il Cosgard, la glicerina e la xantana, possono essere comprati in quantità maggiori per evitare di rimanerne senza, evitando però di esagerare visto che se ne usano poche quantità per volta.


Ricapitolando:

  • Revisionate l’armadietto dello spignatto e prendete nota degli ingredienti che mancano.

  • Fate una lista delle materie prime delle ricette che preparerete realisticamente nei prossimi 2-3 mesi e valutate le quantità delle quali avete realmente bisogno.

  • Tenete conto degli ingredienti che scadono a breve e di quelli di lunga durata soprattutto quando comprate grandi quantità.

  • Non comprate ingredienti che sapete che comincerete ad usare fra più di 3 mesi. Meglio aspettare e comprarli “freschi”: dureranno di più e non rischierete di doverli buttare.

  • Valutate il costo delle spese di spedizione gratuite del negozio dove avete deciso fare i vostri acquisti (qui trovate la lista degli e-shop per lo spignatto disponibili in rete). Se per esempio la spedizione gratis è dai 50 euro in poi, cercate di spendere quella cifra o poco più. Lasciate fuori gli ingredienti che non userete a breve e/o dei quali avete ancora qualche ml a disposizione: meglio comprarli nei mesi successivi, così avranno una data di scadenza più lontana.

  • Fate una lista delle materie prime non urgenti che avete escluso momentaneamente dagli acquisti e aggiornatela di tanto in tanto con le materie prime che avete esaurito nel frattempo. In questo modo avrete la vostra shopping list pronta da usare, aspettando magari che il vostro e-shop preferito pubblichi qualche codice sconto.

  • Concedetevi un piccolo sfizio ogni volta che comprate in un e-shop per conoscere un ingrediente nuovo e concedervi una piccola coccola, ma siate realisti e optate per qualcosa che sapete che userete davvero.

  • Tenete l’armadietto dello spignatto con gli ingredienti separati per tipo: sarà più facile accorgersi di cosa manca! Mettete però da parte gli ingredienti che scadranno a breve per averli sott’occhio quando spignattate e cercate di utilizzarli il prima possibile.

Per il momento è tutto. Spero che questi consigli vi siano utili per uno shopping intelligente e ottimizzato per ricominciare a spignattare con il piede giusto!