Gli ombretti in polvere non sono il massimo della comodità perché sporcano abbastanza e creano spesso pasticci una volta applicati. Io sconsiglio inoltre di usare makeup in polvere per i motivi indicati in questo articolo.

Questo metodo vi consente non solo di compattare gli ombretti in polvere, ma anche di ricompattare quelli rotti.

 

ricompattare ombretto


Se volete potete anche mescolare ombretti diversi per creare nuove tonalità e rinnovare la vostra trousse. Le polveri minerali di Neve Cosmetics sono molto adatte a questo procedimento.

Oltre agli ombretti avrete bisogno di un olio leggerissimo di lunga durata, come il Coco-caprylate o il Dicaprylyl carbonate. Evitate assolutamente oli che irrancidiscono facilmente, come l’olio di mandorle o simili. Potete optare al limite per l’olio di jojoba, anche se non è il più indicato se volete un prodotto che duri a lungo e non irrancidisca nel giro di pochi mesi.
Alcuni usano con successo anche la glicerina, per cui potete provare anche questa opzione.


Alla fine viene spruzzato un po’ di alcool buongusto, ovvero quello che si usa per fare i liquori, per far sì che  all’olio si amalgami per bene alla polvere.

Per quanto riguarda le cialde, potete comprarle su siti come Aroma Zone o usare quelle di vecchie trousse che avrete pulito per bene e sterilizzato con un batuffolo di cotone contenente alcool.


Come compattare gli ombretti

  • Prendete le polveri o gli ombretti rotti e metteteli in un piattino.

ombretto polvere

  • Aggiungete qualche goccia di olio o di glicerina e lavorate con un cucchiaino facendo pressione. L’ombretto non deve diventare una crema ma deve solo bagnarsi leggermente perdendo la sua consistenza polverosa.

come ricompattare ombretto

  • Versate una goccia di olio o di glicerina sulla cialda vuota e spargetela per bene su tutta la superficie.

  • Mettete poi abbondante composto sulla cialda.

compattare ombretto con olio o glicerina

  • Coprite con una garza sulla quale avrete messo un cartoncino o una placca di metallo di dimensioni adeguate (le cialde vuote di Aroma Zone sono già fornite di placca per pressare) e premete per bene con i polpastrelli. La garza imprimerà la classica trama da ombretto sulla superficie e le polveri si compatteranno. Se volete potete dare un tocco artistico premendo leggermente con un timbrino o uno stampino per pasta di zucchero sulla superficie.

cialda per pressare ombretto

  • Versate poi una o due gocce di alcool bagnando la superficie e lasciate evaporare e seccare tutta la notte.

  • I vostri ombretti compatti sono pronti!


ombretto pressato cialda
Note sugli ombretti compattati

  • In genere gli ombretti compattati con questo metodo durano di più e hanno una scrivenza migliore rispetto alla versione d’origine.
  • In alcuni casi o quando si esagera con olio o alcool, il risultato potrebbe non essere dei migliori. A volte accade anche quando si mescolano ombretti diversi, soprattutto se non sono della stessa marca.
  • Se il prodotto originale ha poca adesività sulle palpebre potete migliorarla aggiungendo una puntina di magnesio stearato alle polveri. Amalgamate poi per bene.
  • Il coco-caprylate è conosciuto anche come coco-silicone. Ovviamente non si tratta di un silicone ma di un olio con inci verde, assolutamente sicuro e non comedogenico che viene chiamato così perché ha una consistenza setosa.
  • Il Caprylic capric triglyceride è chiamato anche olio di cocco frazionato. Non confondetelo con l’olio di cocco.

Seguimi su Facebook