correttore fai da te ricetta

 

Questo correttore fai da te può essere usato per coprire brufoli e piccole imperfezioni rispettando la pelle.
Ha una buona coprenza ed è sfumabile e modulabile senza fare l’effetto mascherone.

La formulazione contiene l’insaponificabile di avocado (lo stesso del pacco di Makeit che ho usato per la mia crema antiage per pelle grassa), un ingrediente prezioso adatto alla pelle impura e capace di regolare la secrezione sebacea. Ha anche proprietà antiinfiammatorie, antiossidanti e rigeneranti.
Il bello di questo ingrediente è che non secca la pelle ma la rispetta e la rigenera, facilitando la guarigione delle imperfezioni e delle piccole lesioni lasciate dai brufoletti.


Anche il gel di acido ialuronico aiuta la rigenerazione ed è un ottimo idratante.
Per potenziare l’effetto purificante ho aggiunto qualche goccia di olio essenziale di tea tree. Se non ne sopportate l’odore optate per quello di lavanda.

Vi consiglio di conservare questo correttore fatto in casa in un contenitore da lucidalabbra in modo da poterlo applicare con precisione sulla pelle pulita con il pennellino. 
Io ho quello di Aroma Zone da 10 ml, ma ne ho messo un po’ anche nel mini contenitore di Mineraliberi in  modo da averlo sempre con me anche quando sono fuori casa. Oltre che essere bello da vedere (adoro la sua catenella impreziosita dalle perline) può essere agganciato alla zip del portafoglio o al mazzo delle chiavi, pronto a salvarci quando ne abbiamo bisogno!

correttore fai da te mini contenitore

 

Ingredienti

Queste dosi bastano per 2 contenitori da 10 ml più un mini contenitore da 1,5 ml.

Fase A

  • Acqua: 14,1 g
  • Gomma xantana: 0,05 g
  • Glicerina: 0,5 g


Fase B

  • Touche doceur (Lauroyl lysine) : 0,75 g
  • Biossido di titanio: 2,75 g
  • Pigmento base sable doreè di AZ: 0,7 g
  • Ossido giallo: 0,05 g
  • Coco caprylate: 0,5 g
  • Dicaprylyl carbonate: 0,75 g
  • Olio di abissinia: 1,5 g
  • Olivem 1000: 1,25 g

Fase B1

  • Burro di karitè: 0,25 g
  • Insaponificabile di avocado: 0,75 g


Fase C

  • Tocoferolo: 0,2 g
  • Acido ialuronico: 0,5 g
  • Cosgard: 4 gocce
  • Olio essenziale di tea tree o di lavanda: 5 gocce

In fondo alla pagina trovate l’elenco delle sostituzioni e le informazioni sugli ingredienti che potete omettere.


makeit insaponificabile avocado

 

Ricetta del correttore fai da te

  • Mettete la glicerina e la gomma xantana in un contenitore termoresistente. Aggiungete l’acqua a filo e mescolate con il mini frullatore a immersione. Attenzione: vi servono 0,05 g di xantana e non 0,5 g! Se la vostra bilancia si ferma a 0,1 g e non misura quantità più piccole misurate 0,1 g e prendetene la metà.

  • Mettete gli ingredienti della fase B in un altro contenitore termoresistente cominciando dalle polveri.

  • Fate scaldare a bagnomaria le due fasi fino ai 72 gradi circa, mescolando la fase grassa di tanto in tanto.

  • Aggiungete il burro di karitè e l’insaponificabile di avocado al contenitore della fase B e mescolate fino a che il karitè non si scioglie.

  • Unite la fase e la fase B e frullate per 2-3 minuti.

  • Passate a un bagnomaria freddo e mescolate con una spatolina fino a raggiungere i 37 gradi circa.

  • Versate gli ingredienti della fase C uno ad uno, mescolando ogni volta.
    Il pH deve essere tra il 5 e il 5.5.

  • Prelevate il correttore con una siringa senza ago e trasferitelo nei contenitori per lip gloss.


    correttore fatto in casa

 

Note e sostituzioni

  • Il touche doceur si trova su Aroma Zone. Rende la stesura più piacevole e aiuta a far durare di più il trucco sulla pelle. Non è comunque indispensabile.

  • Se non avete il pigmento base sable doreè usatene un altro color carne. Se volete una coprenza più forte o avete la pelle molto chiara aumentate il biossido di titanio di 0,25 o 0,5 g.

  • Se non avete l’insaponificabile di avocado sostituitelo con un olio non comedogeno, anche se non è la stessa cosa. Si tratta di un ingrediente prezioso e molto utile che vi consiglio di tenere sempre a portata di mano.

  • Gli oli e i burri possono essere sostituiti con altri simili. Assicuratevi che non siano comedogeni ed abbiamo proprietà simili (consultate questa tabella per maggiori informazioni).
    Alcuni degli oli che ho usato, come quello di abissinia, facilitano la dispersione dei pigmenti e sono quindi particolarmente adatti al makeup.

  • Al posto dell’acido ialuronico potete usare anche del gel di aloe vera.

  • Per fissare ulteriormente il trucco date una passata finale di amido di riso dopo aver applicato il correttore.

 

Seguimi su Facebook