Le mani vengono spesso stressate da lavaggi frequenti, detersivi per piatti e altri gesti della nostra routine quotidiana.
Per evitare di ritrovarci con la pelle arrossata e screpolata è bene nutrirle, idratarle e proteggere con una crema adatta a questo scopo.

crema mani fai da te
Ho realizzato questa crema mani fai da te per la mia grandissima amica Veronica di Che Te lo Cucino a Fare, che mi ha chiesto di preparale una crema di questo tipo con la sua profumazione preferita, ovvero il caramello. Se non conoscete ancora il suo blog vi consiglio caldamente di visitarlo perché la sua cucina sana, innovativa e naturale non può che essere apprezzata da noi spignattatrici attente alla salute.

Per quanto riguarda la formulazione mi sono ispirata alla crema mani “Sorbetto” idratante, intensiva e antispaccature della bravissima Gin dell’Angolo di Gin. Ho sempre sentito parlare molto bene di questo prodotto e quando Veronica mi ha detto che aveva bisogno di una crema mani ho pensato subito di provare la ricetta di Gin.



Rispetto alla versione originale ho fatto qualche modifica adattandola agli oli che avevo in casa e cambiando l’emulsionante e la quantità di alcuni ingredienti. Anche la profumazione è diversa: quella di Gin profuma di freschissimo limone, mentre questa sa di goloso caramello seguendo i gusti di Veronica.
Voi potete usare la fragranza o gli oli essenziali che preferite, stando attenti a non usarne di fotosensibilizzanti nel periodo estivo.

Per ottenere un giallo invitante ho impiegato qualche goccia di oleolito di carota, che è un’alternativa naturale ai classici coloranti. In quest’ultimo periodo lo sto utilizzando spesso e mi trovo davvero molto bene.

Caramello

Torniamo ora alla crema mani fatta in casa. La formulazione contiene una buona dose di glicerina e tanti oli e burri emollienti, compreso quello di karitè, per mantenere l’idratazione ed ottenere una pelle liscia e morbida senza secchezza e screpolature.

Il pantenolo, l’oleolito di calendula, l’aloe vera e l’allantoina sono lenitivi e anti arrossamento, mentre la vitamina E (tocoferolo) contribuisce a mantenere l’elasticità.

La cera d’api protegge la pelle e toglie un po’ di untuosità. A questo proposito, dal momento in cui non uso il Dry Flo per i motivi che ho spiegato in questo articolo, ho usato il Dry Touch di Aroma Zone per potenziare questo effetto, sebbene si tratti di due cose diverse.

Per quanto riguarda la texture, la consistenza finale si ottiene il giorno successivo alla preparazione ed è davvero fantastica: densa, soda e molto piacevole al tatto.

crema mani screpolate fai da te
Si stende con piacere e si assorbe facilmente, lasciando le mani morbide e nutrite ma non unte, cosa indispensabile in una crema mani.
Veronica ha notato in modo particolare questa caratteristica dicendo che con le creme tradizionali non capitava spesso ed aveva sempre la sensazione che la crema rimanesse in superficie, mentre in questo caso sente che viene assorbita in profondità.

Sono davvero soddisfatta di questa crema mani fai da te e mi sento di consigliarla a tutti. Provatela! Può anche essere una bella idea per i regali alle amiche!

Ingredienti della crema mani

Fase A

  • Acqua distillata: 52,4 g
  • Glicerina: 10 g
  • Allantoina: 0,3 g
  • Xantana: 0,2 g


Fase B

  • Burro di cacao: 3 g
  • Burro di mango: 3 g
  • Olio di jojoba: 0,5 g
  • Olio di cocco: 4 g
  • Olio di macadamia: 3 g
  • Olys: 2 g
  • Olio di cocco frazionato: 1 g
  • Vitamina E (tocoferolo): 1 g
  • Cera d’api: 1 g
  • Cera emulsionante nº2: 6 g

Fase B1

  • Burro di Karitè: 5 g

Fase C

  • Pantenolo: 1 g
  • Oleolito di calendula: 2 g
  • Gel di aloe vera: 2 g
  • Dry Touch: 1 g
  • Estratto aromatico di caramello di Aroma Zone: 1 g
  • 0,6 g di Cosgard
  • Oleolito di carota: q.b. per colorare


Come si prepara la crema mani fai da te al caramello

  • Versate l’allantoina nell’acqua calda e mescolate fino a che non si scioglie. Aggiungete poi la glicerina.
  • Mettete gli ingredienti della fase A e della fase B in due contenitori distinti e fateli scaldare a bagnomaria.
  • Quando la fase B si è sciolta del tutto aggiungete il burro di Karitè, il quale va sempre aggiunto alla fine onde evitare che si sciupi e che faccia grumi.
  • Unite le due fasi quando hanno raggiunto la stessa temperatura, controllando con un termometro. Devono raggiungere i 75 gradi circa.
  • Frullate per 2 minuti con un mini frullatore ad immersione stando attenti a non fare entrare aria.
  • Trasferite il tutto in un bagnomaria freddo e continuate a mescolare con una spatola fino a che la crema non raggiunge meno di 40 gradi.
  • Aggiungete gli ingredienti della fase C uno ad uno, mescolando per bene ogni volta.
  • Date una frullata finale e misurate il pH, che deve essere tra il 5 e il 5.5. Se necessario regolatelo.
  • La vostra crema mani fai da te è pronta!


Note e sostituzioni

  • Gli oli e i burri possono essere sostituiti da altri di pari densità, facendo riferimento a questa tabella.
  • L’allantoina e il pantenolo sono lenitivi, ma se non li avete potete usare anche solo uno dei due.
  • Il Dry touch non è necessario anche se serve a togliere un po’ di untuosità.
  • Usate l’estratto aromatico, la fragranza o gli oli essenziali che volete. L’aroma al caramello è quindi sostituibile con la vostra profumazione preferita, stando attenti alle dosi indicate sulla scheda prodotto.
  • Il gel di aloe vera può essere omesso.

 

Seguimi su Facebook