In questi giorni ho ricevuto un fornitissimo pacco di Mineraliberi con tanti ingredienti per lo spignatto che utilizzerò nelle mie future ricette cosmetiche.

 

materie prime spignatto ingredienti mineraliberi


Come ho anticipato nella pagina Facebook del blog, sto lavorando a ricette ispirate ai cosmetici ecobio che ho scoperto durante il mio viaggio in Giappone.
Nei prossimi mesi prepareremo assieme creme, sieri, fluidi e altri tipi di cosmetici ricchi ed idratanti ma particolarmente leggeri al tatto.

Prediligerò le emulsioni a freddo che, tra le altre cose, sono più piacevoli e veloci da preparare in estate e ci permettono di usare una quantità maggiore di ingredienti sensibili al calore, come gli idrolati.
Gli oli, soprattutto se bio e pregiati, avranno un ruolo speciale.

L’olio di melograno ha una densità di 0,92 ed è sensibile al calore, per cui è consigliabile inserirlo in emulsioni a freddo o in fase C. Molto pregiato, è rigenerante, antiossidante e lenitivo. Adatto per le pelli sensibili, nei prodotti antiage e per alleviare la pelle stressata dal sole. La sua deliziosa texture vellutata e la sua non comedogenicità lo rendono ancora più interessante.

oli spignatto bio

L’olio di cartamo bio vergine di Mineraliberi è spremuto a freddo per mantenere tutte le sue proprietà. Poco conosciuto nella cosmetica fai da te, è emolliente, ristrutturante e lenitivo. Non comedogenico e ad assorbimento rapido, è particolarmente adatto per la pelle grassa e impura. Viene utilizzato anche in caso di couperose, rosacea, capillari deboli e per le occhiaie. Ha la stessa densità dell’olio di Cartamo ed è sensibile al calore.

Il famoso olio di argan ha molteplici proprietà. Non unge, ed è indicato sia per le pelli grasse che per un’azione antiage, nutriente e cicatrizzante. Ha una densità di 0,913 ed è classificato tra gli oli leggeri.

L’olio di rosa mosqueta ha una densità di 0,925 ed è famoso per le sue proprietà cicatrizzanti. È antiage, antismagliature, antiossidante e rigenerante. Sensibile al calore, è potenzialmente comedogeno. Usatelo quindi con cautela e in piccole quantità nei cosmetici dedicati al viso se avete una pelle tendenzialmente impura. Se non avete questo tipo di problema lo troverete fenomenale!

Per emulsionare a freddo ho optato per la lisolecitina liquida, che è più stabile della lecitina classica.

Conferisce una texture particolarmente piacevole, leggera e non unta alle creme. Le creme ottenute con questo ingrediente sono particolarmente fluide e leggere, una consistenza tipica che ho notato anche nei fantastici cosmetici ecobio giapponesi che ho provato.

idrolati rosa neroli spignatto

Le emulsioni a caldo non permettono l’uso degli idrolati (a meno che li vogliate sfruttare principalmente per il loro profumo), cosa che è invece possibile con quelle a freddo.
Grazie alla lisolecitina potrò inserire nelle mie ricette l’idrolato di rosa e quello di neroli. Il primo ha un profumo delizioso ed è lenitivo, antiage, tonificante e purificante. L’idrolato di neroli, che viene usato soprattutto per il suo profumo fresco ed elegante, è lenitivo e rinfrescante.

estratti fluidi spignatto

Per i sieri che ho in mente di preparare ho optato per questi estratti fluidi:

  • Malva: calmante, per pelli sensibili e irritate, eruzioni cutanee e contro le punture di insetti.
  • Tè verde: antiossidante, calmante, astringente e drenante. Stimola la produzione di collagene, migliora la circolazione ed è utile contro borse e occhiaie.
  • Camomilla: lenitiva, antiinfiammatoria e calmante. Per pelli molto sensibili.
  • Calendula: lenitivo, antiinfiammatorio e cicatrizzante.

Il pacco conteneva anche la cera di gelsomino, che sfrutterò per il suo inconfondibile profumo. Sono pochi i siti che vendono la cera di rosa e quella di gelsomino, che io adoro!

cera di gelsomino
Dal momento in cui Mineraliberi è l’e-shop italiano per eccellenza per comprare miche e ossidi ad uso cosmetico, non poteva mancare una collezione di pigmenti da utilizzare per ombretti, blush, smalti e rossetti fatti in casa.

miche spignatto cosmetici fai da te


Spero che questa carrellata vi sia stata utile per ripassare o scoprire le proprietà dei vari ingredienti cosmetici per lo spignatto. Non so voi, ma a me tutte queste boccettine hanno risvegliato la mia ispirazione: non vedo l’ora di mettermi all'opera!

Seguimi su Facebook