autumn mucha quadro

L’autunno è arrivato portando con sé la brezza tipica di questo periodo e un po’ di malinconia per le belle giornate dell’estate appena passata.


Si tratta però anche del periodo dei grandi inizi e del ritorno alle abitudini di sempre: il ritorno a scuola e al lavoro, l’iscrizione in palestra, i ritmi di vita che si fanno più tranquilli e tornano alla normalità…

Per noi spignattatrici l’autunno sancisce anche il ritorno alle nostre amate pratiche di autoproduzione abbandonate del tutto o in parte durante i mesi più caldi.


liliana morosini

L’estate è sempre stata la mia stagione preferita perché amo il sole, il caldo, l’allegria delle uscite estive, gli abitini leggeri e la spensieratezza di questo bellissimo periodo. Quest’anno è stata per me ancora più bella perché mi ha portato novità e molta, moltissima felicità.

Qui a Madrid, la città nella quale vivo dal lontano 2007, le giornate saranno relativamente calde almeno fino alla fine ottobre, anche se la brezza del mattino e della sera mi hanno già obbligata a mettere via buona parte delle scarpe e dei vestiti estivi per fare posto a quelli della mezza stagione.

img mare tramonto
Devo ammettere che in questi giorni ho fatto di tutto per rimanere attaccata a tutti i costi all’estate sfruttando fino all’ultimo i miei bei sandaletti aperti e rifiutandomi di indossare giacche e maglie a maniche lunghe. È però arrivato il momento lasciare andare il calore del sole accogliendo con gioia la nuova stagione, con i suoi nuovi inizi e l’evoluzione delle belle cose che l’estate ha portato nella mia vita e nel mio cuore.


In questi mesi non ho mai smesso di spignattare, anche se con ritmi decisamente più lenti rispetto al solito, cosa che ha certamente influito anche sugli aggiornamenti del blog.
Nei prossimi giorni ricomincerò a pubblicare articoli e ricette con la frequenza di sempre e mi metterò a sperimentare con ingredienti nuovi e interessanti che ho ordinato recentemente e dei quali vi svelerò maggiori dettagli prossimamente.

spignatto ingredienti
Nel frattempo vi consiglio di dare una ripassata alla teoria per rispolverare le nozioni base ed essere pronti ad affrontare al meglio il ritorno all’autoproduzione dopo la pausa estiva.

In questa pagina trovate le varie guide del sito con le pratiche tabelle con la densità e le caratteristiche degli oli e dei burri, le proprietà e il dosaggio degli oli essenziali, le informazioni su come abbinare le varie note olfattive, l’elenco degli ingredienti potenzialmente comedogeni e molto altro.

Se il vostro armadietto dello spignatto piange e ha bisogno di essere rifornito fate riferimento alla rubrica “Lo shopping della spignattarice” e all’elenco dei negozi di materie prime.
Mentre aspettate la consegna degli ingredienti potreste cominciare stampare le etichette per i vostri futuri spignatti e consultare le varie ricette del blog.

In questo periodo potreste aver bisogno in modo particolare di un trattamento rinforzante per capelli e di una crema corpo per idratare la pelle ed evitare la desquamazione post abbronzatura. Potreste anche cogliere l’occasione per rinnovare il vostro beauty case con nuove tonalità di makeup e, perché no, dedicarvi alla produzione dei profumi fai da te (se siete interessati all’argomento vi consiglio come sempre il libro “Essenze e Alchimia” di Mandy Aftel: vi aprirà un mondo”.



Se il pianeta dello spignatto vi è nuovo e state cominciando a muovere i primi passi vi segnalo la pagina con la mia guida su come iniziare e quella con la mia recensione sui libri di cosmetica fai da te.

Non dimenticate inoltre di dare un’occhiata all’articolo dove parlo della filosofia di “un piccolo lusso al giorno” che ho pubblicato all’inizio dell’anno: se in questi mesi vi siete dimenticati di prendervi cura di voi stessi, settembre è un buon mese per cominciare.

Per quanto mi riguarda sono riuscita a rispettare in buona parte i propositi di gennaio dedicando più tempo a me stessa, modellando il mio corpo in palestra e mangiando sano.
Ho anche comprato gli strumenti che erano nella mia wish list, come il frullatore ad immersione Bosh con l’accessorio mini da usare per le creme. Nei prossimi giorni pubblicherò la mia recensione, ma vi anticipo che mi sto trovando davvero molto bene ottenendo delle creme ancora più dense e corpose.

Seguimi su Facebook